Crea sito
Giuseppe Ungaretti – Sereno
Set25

Giuseppe Ungaretti – Sereno

Bosco di Courton, luglio 1918 Dopo tanta Nebbia a una a una si svelano le stelle Respiro Il fresco che mi lascia il colore del cielo Mi riconosco immagine passeggera Presa in un giro immortale Giuseppe...

Read More
Lucia Lo Cascio – Nelle tue vene
Set11

Lucia Lo Cascio – Nelle tue vene

Nuoto nel tunnel ricolmo delle tue vene a ritroso. Mi oppongo alla corrente che mi vuole nel tuo cuore a dimora. Resto nella punta della dita tua per vivere all’infinito il primo sfioramento e in questo viso rigato di campo coltivato a sogni, amarti.   Lucia Lo Cascio  

Read More
Ho conosciuto il dolore
Set09

Ho conosciuto il dolore

Ho conosciuto il dolore (di persona, s’intende) e lui mi ha conosciuto: siamo amici da sempre, io non l’ho mai perduto; lui tanto meno, che anzi si sente come finito se, per un giorno solo, non mi vede o mi sente. Ho conosciuto il dolore e mi è sembrato ridicolo, quando gli do di gomito, quando gli dico in faccia: ”Ma a chi vuoi far paura?” Ho conosciuto il dolore: era il figlio malato, la ragazza perduta all’orizzonte, il sogno...

Read More
Davide Cerrato – Notte
Set04

Davide Cerrato – Notte

Quei silenzi di ignote armonie, quei sentieri vuoti, manchevoli tra luci. Il satellite, fievole lume, tra tetti che profuman di tenebre e fiumi di assenze senza colori nelle dimore. Tutto oscuro, tutto spento. Eppure, unico essere che il sonno risparmia osservo, conservo e memorizzo … Come per l’attesa di nobile cosa, ma nulla arriva, anche Lui riposa. Davide Cerrato...

Read More
Lucia Lo Cascio – Sacrificio
Ago29

Lucia Lo Cascio – Sacrificio

Nuove ere di parole ordinate in versi sognare; liberare la fantasia dalle catene della storia. Tratteggiare appena il filo del non visto con la consapevole cura di chi molto ha avuto e ancor di più vuol dare. Cercare strade vergini senza le nebbie che a te si sostituiscono nella scelta del percorso e raccontare chi sei stata, sei e sarai abbandonando eroiche gesta di successi e insuccessi ma occhi negli occhi far cadere i veli....

Read More
Davide Cerrato – Vesuvio nostro
Ago24

Davide Cerrato – Vesuvio nostro

Vesuvio nostro, che quieto guardi i mali del Meridione, le corruzioni dei forti, in quel 10 luglio ti han ferito. T’han portato via verde amico, t’han reso nero pece, ed ora ancora quieto assorbi la calura che tieni già dentro, a bollire pacata. Ancora rispetti chi ti folgora, e non gli strappi respiro. M’auguro acqua che possa ridarti parte di te. Ma quel verde amico d’alberi e fiori è perso in eterno. Davide Cerrato...

Read More